Fami Salute 4.0, partita la formazione sulla dimensione transculturale dei servizi socio-sanitari

Nell’ambito delle attività di progetto di  “Prevenzione 4.0” (finanziato  dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – Obiettivo Specifico 1. Asilo – Obiettivo nazionale ON 1 – Accoglienza/Asilo – lett. c – Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza – Tutela della salute), dopo i seminari di sensibilizzazione territoriale sul tema della salute dei migranti realizzati a settembre nelle sei province pugliesi, sono partiti i percorsi di formazione cooperativa in ciascuna Asl di riferimento.

Il percorso “La dimensione transculturale dei servizi socio-sanitari” è organizzato in moduli didattici, che intendono rispondere ai bisogni formativi del personale dei Distretti Socio Sanitari, dei Dipartimenti di Salute Mentale e di Dipendenza Patologica, dei referenti dei CARA, dei Progetti SIPROIMI e CAS diffusi su ciascun territorio provinciale, dei referenti degli Sportelli 108 gestiti a livello comunale e delle organizzazioni che realizzano attività di contatto negli insediamenti informali. Questo il calendario delle attività:

I modulo, “Il diritto di accesso alla salute. Normativa, accessibilità e fruibilità dei servizi socio-sanitari”. Legislazione nazionale e regionale in tema di diritto alla salute della popolazione migrante. Implicazioni socio-culturali, barriere linguistiche-comunicative nella relazione con l’utente straniero (svoltosi a ottobre).

II modulo, “Salute mentale, migrazione e pluralismo culturale. Dalla psicopatologia dell’immigrazione alla nuova psichiatria culturale”. Modelli e strumenti operativi per la presa in carico psichiatrica e psicologica di pazienti stranieri portatori di una sofferenza mentale. Elementi di etnopsichiatria e valutazione diagnostica in ambito transculturale (in programma a novembre 2019).

III modulo, “La salute delle donne nella migrazione. Prospettive transculturali e di genere”. Bisogni sanitari delle donne che provengono da contesti socio-culturali altri. Prevenzione, salute materno-infantile, accompagnamento alla gravidanza e al parto, genitorialità nella migrazione (in programma a dicembre 2019).

IV modulo “Popolazione immigrata e accesso ai servizi per le dipendenze. Il dispositivo etnoclinico”. Dipendenza da sostanze, da alcool e da gioco delle persone immigrate. Connessioni fra marginalità sociale e comportamenti dipendenti delle persone immigrate, modelli di consumo. Accesso ai servizi per le dipendenze. Presa in carico e cura. Orientamento etnopsichiatrico (in programma a gennaio 2020).

Per partecipare è necessario iscriversi preventivamente tramite un form di iscrizione online, nel quale è dettagliato il calendario delle attività. Sarà possibile iscriversi all’intero percorso formativo e/o ai singoli moduli didattici.

Di seguito le sedi selezionate e il link al form di iscrizione per ogni ambito territoriale di riferimento:

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’indirizzo email famisalute@consorzionova.it.

L’articolo Fami Salute 4.0, partita la formazione sulla dimensione transculturale dei servizi socio-sanitari proviene da Oasi2.