Helpdesk Anticaporalato, avviata la collaborazione con il Comune di Bari

Avviata la collaborazione tra il Comune di Bari e l’Helpdesk interistituzionale Anticaporalato, attivato in seno al programma “P.I.U.Su.Pr.Eme. – Percorsi Individualizzati di Uscita dallo sfruttamento”, co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione e dall’Unione Europea, PON Inclusione Fondo Sociale Europeo 2014-2020, per l’identificazione e la protezione delle vittime e potenziali vittime di sfruttamento lavorativo. Dal 15 giugno scorso, quest’ultimo è operativo nelle zone a maggior presenza di lavoratori stagionali migranti nel settore agricolo e nelle aree urbane nelle cinque regioni del Sud Italia (Puglia, Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia). Ad oggi l’Helpdesk interistituzionale Anticaporalato può contare su di un solido e qualificato staff di operatori, mediatori interculturali e operatrici legali ed è in grado di offrire un servizio multilingue (inglese, francese, arabo, pidgin, edo/benin, wolof, mandingo, fula, pular) per assistere e facilitare i lavoratori nella fase di emersione da eventuali condizioni di sfruttamento o potenziale sfruttamento lavorativo, e favorire l’accesso all’offerta dei servizi territoriali e alle diverse azioni progettuali di P.I.U.Su.Pr.Eme. E Su.Pr.Eme. Italia.

L’accordo operativo inaugura una cooperazione intenta a favorire una più ampia e continua interazione fra il Comune di Bari e il servizio Helpdesk delle 5 regioni del Sud e gestito dal Consorzio Nova, partner tecnico di co-progettazione del progetto P.I.U. Su.Pr.Eme. , con l’intento di realizzare attività di informazione e di diffusione nei settori di comune interesse, volte alla disseminazione e alla facilitazione della presa in carico reciproca degli utenti. L’Helpdesk si propone infatti come punto di connessione e attivatore di sinergie tra gli attori pubblici e privati impegnati nel contrasto alle diverse forme di sfruttamento lavorativo.

Il Comune di Bari e l’Helpdesk consolidano così il loro legame per la realizzazione di interventi informativi, con particolare riferimento alle tematiche del contrasto allo sfruttamento lavorativo, dei processi di inclusione sociale dei migranti e delle politiche sociali. Nell’ambito del servizio dell’Helpdesk interistituzionale Anticaporalato, le due realtà si impegnano attivamente affinché le attività ivi previste siano maggiormente efficaci, con lo scopo di determinare un interscambio continuo ed efficace.

Con l’accordo, l’Helpdesk anticaporalato si assume l’impego di informare costantemente i beneficiari delle strutture residenziali del Comune di Bari dei diritti riconosciuti dalla normativa nazionale in favore delle vittime di tali gravi reati e dei servizi esistenti sul territorio e di organizzare incontri informativi, con cadenza settimanale, per un totale di dieci incontri, presso le strutture di welfare cittadino tra cui le Case di Comunità e Casa delle Culture, mettendo a disposizione un’operatrice legale e un mediatore linguistico e culturale.

Con l’accordo, l’Helpdesk anticaporalato assume l’impegno di informare costantemente i beneficiari delle strutture residenziali del Comune di Bari sui diritti riconosciuti dalla normativa nazionale in favore delle vittime o potenziali vittime di tali gravi reati e dei servizi esistenti sul territorio e di organizzare incontri informativi presso le strutture di welfare cittadino tra cui le Case di Comunità e Casa delle Culture, mettendo a disposizione risorse specialistiche su tutela dei diritti e mediazione. 

Come contattare l’Helpdesk:

Sito web www.helpdeskanticaporalato.org
WhattaApp +393509092008
Numero Verde 800 939000
Facebook Helpdesk anticaporalato
Linkedin Helpdesk anticaporalato
Youtube Helpdesk anticaporalato
Mail info@helpdeskanticaporalato.org

Questo articolo proviene da https://puglia.integrazione.org/articoli/helpdesk-anticaporalato-avviata-la-collaborazione-con-il-comune-di-bari/