Partono le procedure per l’avvio delle équipe multidisciplinari, la mappatura e il supporto alla governance degli Enti Locali

Le deliberazioni della Regione Puglia mettono in moto il processo nell’ambito di Su.Pr.Eme.

?La Regione Puglia ha ratificato lo schema di convenzione con Arpal Puglia, l’Agenzia Regionale per le politiche attive del lavoro, relativa all’attivazione di équipe multidisciplinari per il supporto tecnico ai partner del progetto Su.Pr.Eme. Fra questi, i Commissari Straordinari di Governo nominati per le aree di Manfredonia (Foggia), San Ferdinando (Reggio Calabria) e Castelvolturno (Caserta) – competenze oggi trasferite ai Prefetti dei territori – e le Prefetture coinvolte nel Protocollo sperimentale “Cura-Legalità-Uscita dal Ghetto” delle cinque regioni partner. 

La Regione Puglia ha inoltre approvato lo schema di convenzione con l’Ipres, l’Istituto pugliese per le Ricerche Economiche e Sociali, per la realizzazione delle seguenti attività previste da Su.Pr.Eme Italia
“Affermare e dare valore aggiunto al rinnovato quadro normativo definito dal 2016 a livello nazionale per prevenire e contrastare i fenomeni di caporalato e sfruttamento lavorativo”; 
“Realizzazione di un intervento di mappatura, rilevazione ed analisi dei poli (formali e informali) ad alta concentrazione di popolazione straniera, con particolare riferimento ai territori a vocazione agricola”; 
“Misure di supporto al change management delle PP.AA. in una prospettiva multilivello e multistakeolders, attivando il qualificato e diretto coinvolgimento delle comunità locali”. 

Si tratta dei primi interventi di un pacchetto di misure finalizzato, fra l’altro, al rafforzamento della governance degli enti locali per contrastare il fenomeno dello sfruttamento lavorativo in agricoltura che prevede il raccordo e la partecipazione della società civile, del Terzo settore e delle organizzazioni sindacali anche attraverso metodologie sperimentali e innovative.  

Tali interventi sono sviluppati nell’ambito del progetto interregionale Su.Pr.Eme Italia. Finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del FAMI 2014/2020 – EMAS (Emergency Assistance), punta a realizzare un Piano Straordinario Integrato di interventi a supporto delle iniziative legislative in atto per il contrasto e il superamento di tutte le forme di grave sfruttamento lavorativo e di grave marginalità/vulnerabilità presenti nei territori delle cinque Regioni del Sud partner.  

Per maggiori informazioni:  

http://burp.regione.puglia.it/documents/10192/52844278/DEL_830_2020.pdf/e2dadc73-ff34-4a02-a6dc-0fde649fa634

http://burp.regione.puglia.it/documents/10192/52844278/DEL_832_2020.pdf/2feb9a5f-e8b9-4ff3-a821-1a0a2a26a7fc;jsessionid=77012A31BFDEB998903B408A2A249932

Questo articolo proviene da https://puglia.integrazione.org/articoli/partono-le-procedure-per-lavvio-delle-equipe-multidisciplinari-la-mappatura-e-il-supporto-alla-governance-degli-enti-locali/