Prevenzione 4.0, la Scuola Itinerante su migrazioni e spazi urbani testa il “modello di presa in carico psico-socio sanitaria” di AReSS

Domani 27 febbraio 2021 l’ A.Re.S.S Puglia, nell’ambito della terza giornata formativa della seconda edizione della Scuola Itinerante su migrazioni e spazi urbani, presenterà il “modello di presa in carico psico-socio sanitaria delle persone migranti – dallo sbarco al percorso di accoglienza e integrazione: buone prassi, criticità e proposte innovative”, redatto nell’ambito del progetto Prevenzione 4.0 (finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – Obiettivo Specifico 1.Asilo – Obiettivo nazionale ON 1 – Accoglienza/Asilo – lett. c – Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza – Tutela della salute).

La seconda edizione della Scuola Itinerante su migrazioni e spazi urbani in Italia è focalizzata sulle azioni e iniziative rivolte ai migranti nel campo della salute, osservate in relazione ai caratteri specifici dei territori e alla più ampia articolazione dei servizi sociali.

Il modello sarà “messo alla prova” sulla base delle conoscenze e competenze di chi opera sul campo, individuandone i punti di forza e di debolezza, nonché le difficoltà che possono incontrarsi nella sua adozione in concreti contesti d’azione, con l’obiettivo di giungere alla definizione di indicazioni che possano migliorarne l’applicazione nei contesti locali di riferimento.

Questo articolo proviene da https://puglia.integrazione.org/articoli/prevenzione-4-0-la-scuola-itinerante-su-migrazioni-e-spazi-urbani-testa-il-modello-di-presa-in-carico-psico-socio-sanitaria-di-aress/