Prevenzione sanitaria e innovazione tecnologica a Casa Sankara con i fondi del FAMI SALUTE

Il 9 luglio si è tenuto il primo incontro di informazione, educazione e prevenzione sanitaria, rivolto agli ospiti di Casa Sankara e a cura dei referenti del comitato tecnico scientifico del Progetto Prevenzione 4.0 – FAMI Salute coordinato dalla Regione Puglia, con l’obiettivo di illustrare e far conoscere le funzionalità del totem sanitario e della connessa app informatica di cui è stata dotata la struttura.

Il percorso informativo e la dotazione di tali strumenti sanitari e di prevenzioni sono stati resi possibili grazie ai fondi della Regione Puglia ottenuti nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – Obiettivo Specifico 1.Asilo – Obiettivo nazionale ON 1 – Accoglienza/Asilo – lett. c – Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza – Tutela della salute.

L’appuntamento di ieri è stato rivolto ad un primo gruppo di ospiti di Casa Sankara mentre nelle prossime settimane seguiranno ulteriori appuntamenti destinati ad altri gruppi della struttura, sino al coinvolgimento della totalità delle persone presenti. Nella precedente settimana, inoltre, si era già tenuto un incontro informativo dedicato esclusivamente agli operatori del centro.

Nell’ambito di tale percorso di informazione sono state illustrate le funzionalità del totem sanitario: un armadietto contenente diversi tools volti alla rilevazione dei parametri vitali, tra cui una bilancia, un misuratore digitale di febbre e di pressione ed un pulsossimetro.

Il totem, inoltre, è collegato via Bluetooth all’App tecnologica Drops che, scaricata sul proprio smartphone, consentirà facilmente a ciascun ospite di Casa Sankara di autenticarsi con le proprie credenziali per accedere e monitorare costantemente tutte le proprie informazioni sanitarie. In tal modo il progetto compie un altro importante passo nell’ambito della prevenzione dei percorsi di prevenzione e cura.

I nuovi strumenti sono stati accolti con molto entusiasmo ed interesse nel corso dell’incontro che si è tenuto ieri, testimoniando l’importanza di promuovere lo sviluppo del sistema dei servizi di cura in un’ottica di equità di accesso e fruibilità, sviluppando modelli e dispositivi fortemente orientati al concept della “medicina di prossimità”, così come previsto da progetto, anche attraverso il design e l’adozione di soluzioni innovative di e-health, integrate e user-friendly, volte a facilitare l’inclusione e la partecipazione attiva dell’utente nel proprio percorso di cura.

PREVENZIONE 4.0, più in generale, intende contribuire al miglioramento dei programmi e dei servizi offerti dal sistema sanitario pubblico, dal privato sociale e dalla medicina primaria per la tutela della salute delle persone migranti presenti nel territorio regionale pugliese.

Il progetto PREVENZIONE 4.0 è promosso dalla Sezione Sicurezza del Cittadino, Politiche Migratorie e Antimafia Sociale della Regione Puglia (soggetto capofila), in partenariato con AReSS Puglia, Università di Bari e Nova Consorzio per l’innovazione sociale.

Questo articolo proviene da https://puglia.integrazione.org/articoli/prevenzione-sanitaria-e-innovazione-tecnologica-a-casa-sankara-con-i-fondi-del-fami-salute/