Scuola residenziale di intercultura

Uomini e donne di origine straniera tornano sui banchi di scuola per imparare a progettare percorsi d’inclusione sociale e di cittadinanza e per costruire, grazie anche alle potenzialità del terzo settore,spazi e comunità interculturali.

Queste le finalità di ‘Scuola residenziale di intercultura. Formazione per leader di associazioni di cittadini immigrati’. La scuola interculturale rientra nel piùvasto piano d’intervento regionale per l’integrazione di cittadini di Paesiterzi, realizzato dalla Regione Puglia (soggetto capofila) e da Nova, consorzio nazionale per l’innovazione sociale, in partnership con Fondaca – Fondazione per la cittadinanza attiva, Dipartimento Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento, Dedalus, Ambito Territoriale San Severo, AmbitoTerritoriale di Nardò, Comune di Bari. Gli interventi, finalizzati all’accesso ai servizi dei migranti e alla partecipazione attiva dei migranti alla vita economica, sociale e culturale del territorio, sono finanziati dall’UnioneEuropea, per tramite del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014-2020, autorità delegata Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali– Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione,autorità responsabile Ministero dell’Interno.

Sono oltre 30 i partecipanti selezionati e provenienti datutta la Puglia, uomini e donne di origine straniera già impegnati e attivi nell’associazionismo, anche a livello informale, o interessati a costituire un’associazione nel territorio pugliese. Il percorso intende rafforzare le competenze personali e attivare strumenti di empowerment per leader di comunità. Per le realtà associative nascenti è previsto anche un contributo per la costituzione formale delle stesse.

La formazione comprenderà attività laboratoriali ed esperienziali e momenti di condivisione peer to peer. Nel corso delle giornate sono previsti inoltre spazi per favorire l’apprendimento informale e la costruzione di legami sociali e di rete. Tra i formatori saranno coinvolti esperti provenienti da associazioni già presenti e operative sul territorio regionale e nazionale, nonché docenti specializzati sulle tematiche dell’intercultura, dell’associazionismo, del lavoro di rete,della storia dell’associazionismo nel nostro paese, senza tralasciare gli aspetti legislativi e gli strumenti operativi utili per chi voglia lavorare nel terzo settore oggi.

Il programma completo della scuola residenziale è disponibile qui

Le attività si svolgeranno a Bari da lunedì 3 a mercoledì 5dicembre, al Centro Interuniversitario, della Congregazione Suore dell’Immacolata Concezione, Viale Ghandi 2.

L’articolo Scuola residenziale di intercultura proviene da Puglia Integrazione.