Su.Pr.Eme. Italia, al via il MediaLab per giornalisti, comunicatori e operatori di settore

Si svolgerà online su piattaforma Microsoft Teams il Media Lab per giornalisti, comunicatori e operatori di settore previsto nell’ambito delle attività di comunicazione del Programma Su.Pr.Eme. Italia  (Sud Protagonista nel superamento delle Emergenze in ambito di grave sfruttamento e di gravi marginalità degli stranieri regolarmente presenti nelle cinque regioni meno sviluppate), finanziato dai fondi AMIF – Emergency Funds della Commissione Europea – DG Migration and Home Affairs.

Si tratta di un percorso di formazione il cui principale obiettivo è quello offrire strumenti e strategie per una comunicazione consapevole e corretta sui temi legati alle migrazioni, tra cui sfruttamento lavorativo e caporalato.

“Informare…oltre gli stereotipi e l’emergenza. Caporalato, migrazioni, diritti, educazione alla convivenza”  è il titolo del ciclo di sei incontri che si svolgeranno nel mese di marzo 2022, a partire da giovedì 10 sempre a partire dalle 9.30, con docenti ed esperti sul tema, a cui seguirà un ultimo appuntamento conclusivo in presenza ad aprile.

Si parte con “Il profilo del caporalato nella stampa italiana. Visibilità, significati, rappresentazioni”,presentazione dell’omonima ricerca condotta nell’ambito del progetto: un’analisi quali-quantitativa di circa 500 articoli pubblicati su 12 tra i maggiori quotidiani italiani sul tema del caporalato e dello sfruttamento lavorativo tra ?aprile e ottobre 2020. Ilaria Papa, curatrice della ricerca, e Antonio Ciniero, supervisore scientifico, dialogheranno su questi temi con Renato Sampogna, dirigente Divisione III – DG dell’Immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ente capofila del partenariato di Su.Pr.Eme., e con Gianpietro Losapio, Direttore del Consorzio Nova.

Seguiranno il 15 marzo “Come raccontare il caporalato e l’immigrazione attraverso i social media”, con la giovane blogger e attivista Diletta Bellotti e con la giornalista Barbara Minafra, esperta in Multiculturalità e politiche di interazione interculturale; il 17 marzo “Razzismi contemporanei e nuovi social media” con Stefano Pasta, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, e Piera Francesca Mastantuono, giornalista e assistente al coordinamento dell’Associazione Carta di Roma, nata nel dicembre 2011 per attuare il protocollo deontologico per una informazione corretta sull’immigrazione; il 22 marzo “L’immigrazione nei media italiani” conMarco Bruno, sociologo dei processi culturali e comunicativi e docente dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza, e Danilo Giannese, giornalista Rai; il 24 marzo “Come parlare di immigrazione” con la giornalista di Internazionale Annalisa Camilli e da Marco Binotto, sociologo dei processi culturali e comunicativi e docente dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza.

Il percorso online si conclude il 29 marzo con l’incontro dal titolo “Come parlare di diritti” insieme a Stefania Congia, Dirigente Divisione II – DG dell’Immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Elvio Pasca, redattore del Portale integrazionemigranti.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; e Antonio Maria Mira, giornalista di Avvenire.

Per partecipare al MediaLab e ricevere il link per accedere agli incontri è obbligatorio compilare l’apposito form online.
Qui è possibile scaricare il programma completo del corso.

Questo articolo proviene da https://puglia.integrazione.org/articoli/su-pr-eme-italia-al-via-il-medialab-per-giornalisti-comunicatori-e-operatori-di-settore/