Vademecum sul riconoscimento dei titoli di studio per cittadini di paesi terzi

Esiste un opuscolo-guida pensato per coloro che arrivano in Italia in cerca di lavoro. Il primo step è sicuramente la preparazione del curriculum vitae e dunque questo vademecum può aiutare ad affrontare le difficoltà ed a far luce sui passi verso l’integrazione delle proprie competenze nella società di arrivo.

Vale per i ragazzi e le ragazze che si istruiscono in scuole italiane e per coloro che hanno conseguito studi o corsi professionali all’estero, in Paesi distanti per lingua, sistemi di apprendimento e percorsi scolastici.

La guida è stata realizzata dalla “Cooperativa Roma Solidarietà – Società Cooperativa Sociale Onlus promossa dalla Caritas Roma” nell’ambito del Progetto “ROMA INCLUDE – Sostegno all’occupabilità e all’autoimprenditorialità” finanziato dal Ministero dell’Interno a valere sul Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini di Paesi Terzi (FEI).

Il Progetto è stato promosso da Roma Capitale–Dipartimento Attività Economiche e Produttive, Formazione e Lavoro, in partenariato con il SOL.CO-Città dei Mestieri e l’IRFI-Istituto Romano per la Formazione Imprenditoriale.

L’ obiettivo è: ‘offrire uno strumento di facile consultazione e di utilizzo per i cittadini stranieri non comunitari che volessero riconoscere il proprio titolo di studio in Italia […] I cittadini non italiani possono far valere in Italia il proprio titolo di studio conseguito all’estero attraverso una procedura di riconoscimento.

Il vademecum RiconoscerSì! si divide in:

  1. Riconoscimento
  2. Cosa fare nel Paese di origine
  3. Cosa fare in Italia
  4. Riferimenti normativi
  5. Allegati

dd è stato redatto da Giusy Dittoni, Monica Pace; in collaborazione con Lorenzo Chialastri e Cristina Mottura, la supervisione scientifica di Marco Accorinti e la Consulenza legale di Caterina Boca.

Questo articolo proviene da https://calabria.integrazione.org/vademecum-sul-riconoscimento-dei-titoli-di-studio-per-cittadini-di-paesi-terzi/