Comunicare emozioni

NovaLab 2021

Comunicare emozioni

Ripartiamo  da alcune riflessioni emerse dagli interventi conclusivi del direttore, Gianpietro Losapio, e del Presidente, Antonio D’Alessandro. Si tratta di pensieri e sottolineature che pescano nel confronto serrato e continuo alimentato dai partecipanti alla due giorni e che rappresentano una prima elaborazione, oltre che delle future piste di lavoro.

Il denominatore comune di tali riflessioni è la giustapposizione virtuosa tra emozionalità, passioni e orientamenti strategico-organizzativi. Andiamo a definire, consapevoli di agire una semplificazione, quali aspetti sono emersi e quanto rappresentano degli stimoli utili a promuovere piccoli e grandi cambiamenti consortili.

La principale necessità a cui dovremo far fronte da gestire in maniera funzionale è quella di “darci uno spazio altro”.  Spazio in cui – al di là dell’esigenza quotidiana di coniugare pensiero e azione, ricerca e intervento, elaborazione e pratiche – ci si ritrovi insieme con l’obiettivo comune di costruire un pensiero inteso come bene sociale, come precipitato sistemico. Fare ciò, vuol dire coniugare capacità di stare bene e di stare insieme, con rimandi continui al micro e al macro, alle strategie e agli aspetti tecnico-operativi.

Resta ora, infine, da aggiornare la Storia del Consorzio NOVA, un consorzio fatto di molteplici storie.  Narrazioni permanenti che intrecciano scenari e orizzonti in cui l’esperienza riflessiva, responsabile e orizzontale diventa infrastrutturale. Diventa il segno laico di una ricerca costante di senso e significato nella battaglia più ardua: quella di chi lotta, con le sue contraddizioni, per affermare e dimostrare i principi della dignità umana.

close

Iscriviti alla newsletter!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.